Presidenti del Consiglio dei Ministri del Regno d'Italia: Benito Mussolini, Camillo Benso, conte di Cavour, Pietro Badoglio, Sidney Sonnino

0 avg rating
( 0 ratings by Goodreads )
 
9781232117681: Presidenti del Consiglio dei Ministri del Regno d'Italia: Benito Mussolini, Camillo Benso, conte di Cavour, Pietro Badoglio, Sidney Sonnino
From the Publisher:

Fonte: Wikipedia. Pagine: 98. Capitoli: Benito Mussolini, Camillo Benso, conte di Cavour, Pietro Badoglio, Sidney Sonnino, Giovanni Giolitti, Alcide De Gasperi, Francesco Saverio Nitti, Ferruccio Parri, Francesco Crispi, Vittorio Emanuele Orlando, Giuseppe Zanardelli, Ivanoe Bonomi, Tommaso Tittoni, Benedetto Cairoli, Luigi Federico Menabrea, Bettino Ricasoli, Agostino Depretis, Antonio di Rudiný, Alfonso La Marmora, Luigi Luzzatti, Urbano Rattazzi, Luigi Carlo Farini, Marco Minghetti, Antonio Salandra, Luigi Pelloux, Giovanni Lanza, Luigi Facta, Giuseppe Saracco, Paolo Boselli, Alessandro Fortis. Estratto: Benito Amilcare Andrea Mussolini (Predappio, 29 luglio 1883 - Giulino di Mezzegra, 28 aprile 1945) Ŕ stato un politico, giornalista e dittatore italiano. Fondatore del fascismo, fu capo del Governo del Regno d'Italia - prima come Presidente del Consiglio dei ministri, poi come Capo del Governo Primo Ministro Segretario di Stato - dal 31 ottobre 1922 (con poteri dittatoriali dal gennaio 1925) al 25 luglio 1943. Divenne Primo Maresciallo dell'Impero il 30 marzo 1938, e fu capo (Duce) della Repubblica Sociale Italiana dal settembre 1943 al 27 aprile 1945. Fu esponente di spicco del Partito Socialista Italiano, e direttore del quotidiano socialista Avanti! dal 1912. Convinto anti-interventista negli anni della guerra di Libia e in quelli precedenti la prima guerra mondiale, nel 1914 cambi˛ radicalmente opinione, dichiarandosi a favore dell'intervento in guerra. Trovatosi in netto contrasto con la linea del partito, si dimise dalla direzione dell'Avanti! e fond˛ Il Popolo d'Italia, schierato su posizioni interventiste, venendo quindi espulso dal PSI. Nell'immediato dopoguerra, cavalcando lo scontento per la źvittoria mutilata╗, fond˛ i Fasci Italiani di Combattimento (1919), poi divenuti Partito Nazionale Fascista nel 1921, e si present˛ al Paese con un programma politico nazionalista, autoritario e radicale, che gli valse l'appoggio della piccola borghesia e dei ...

"About this title" may belong to another edition of this title.

(No Available Copies)

Search Books:



Create a Want

If you know the book but cannot find it on AbeBooks, we can automatically search for it on your behalf as new inventory is added. If it is added to AbeBooks by one of our member booksellers, we will notify you!

Create a Want