Results (1 - 7) of 7

Product Type

  • All Product Types
  • Books (7)
  • Magazines & Periodicals
  • Comics
  • Sheet Music
  • Art, Prints & Posters
  • Photographs
  • Maps
  • Manuscripts &
    Paper Collectibles

Condition

Binding

Collectible Attributes

Free Shipping

Seller Rating

Livy, Jacopo Nardi, Francesco Turchi

Published by Pranava Books (2020)

New
Hardcover

Quantity available: 10

From: S N Books World (Delhi, India)

Seller Rating: 5-star rating

Add to Basket
US$ 42.26
Convert currency
Shipping: FREE
From India to U.S.A.
Destination, rates & speeds

About this Item: Pranava Books, 2020. Leatherbound. Condition: NEW. Leatherbound edition. Condition: New. Leather Binding on Spine and Corners with Golden leaf printing on spine. Reprinted from 1734 edition. NO changes have been made to the original text. This is NOT a retyped or an ocr'd reprint. Illustrations, Index, if any, are included in black and white. Each page is checked manually before printing. As this print on demand book is reprinted from a very old book, there could be some missing or flawed pages, but we always try to make the book as complete as possible. Fold-outs, if any, are not part of the book. If the original book was published in multiple volumes then this reprint is of only one volume, not the whole set. IF YOU WISH TO ORDER PARTICULAR VOLUME OR ALL THE VOLUMES YOU CAN CONTACT US. Sewing binding for longer life, where the book block is actually sewn (smythe sewn/section sewn) with thread before binding which results in a more durable type of binding. THERE MIGHT BE DELAY THAN THE ESTIMATED DELIVERY DATE DUE TO COVID-19. Pages: 695 Pages: 695. Seller Inventory # LB990005266998

More information about this seller | Contact this seller 1.

LE DECHE DI TITO LIVIO PADOVANO DELLE: Livius Titus.

About this Item: Nella Stamperia Baglioni,, Venezia, 1734. (Codice AN/3180) In folio (34,5x23 cm) (8)679(1) pp. Frontespizio con grande marca tipografica (piccola, antica firma). Testo su 2 colonne con capilettera xilografici, nitida impressione. Premessi due elenchi: "Vocaboli toscani, in diversi luoghi e usati dal Traduttore" e "Sentenze e detti notabili Estratti da Tito Livio". In fine "Tavola della cose più notabili" e "Tavola de' Re, e Consoli, Tribuni militari " Manca la prima sguardia bianca. Grande volume, bella legatura piena pergamena dell'epoca, dorso con 6 nervi, tassello con titolo (in parte mancante). Ottimo e genuino esemplare. Euro 240.00 All books are in stock in fine conditions or described meticulously. Very safe packaging. Seller Inventory # AN3180

More information about this seller | Contact this seller 2.

About this Item: In Venetia, Stamperia degli heredi di Luc'Antonio Giunti Fiorentino, 1547 nel mese di Marzo, 1547. In 4°, mz. pelle ottocentesca, tit. e filetti in oro al dorso, alcuni motivi geometrici impressi a secco. (spaccatura di circa 6 cm alla parte alta del dorso restaurata), pp. 18cc-485cc-208cc. Front. figurato in xilografia. Frontespizio del 1537 che sostituisce l'originale del 1547. Il colophon porta marca edit. con due satiri che sorreggono il giglio fiorentino. Es. con molti difetti alle prime 18 cc, deturpate da lavori di tarlo ai margini bianchi senza perdita di testo, gore e arrossatura della carta. Il lavori di tarlo vanno a diminuire ma coinvolgono ancora le pp. 1-30. Es. da studio, legatura stanca. Seller Inventory # 36-0040

More information about this seller | Contact this seller 3.

Le deche delle historie romane di Tito: Titus Livius

About this Item: Luca Antonio Giunta, Venezia, 1540. Rilegato. Condition: ottimo. In-folio (310x210 mm.), cc. 4, 482, 3 (manca ultima bianca). Legatura in mezza pergamena, titolo su tassello al dorso, bell'esemplare fresco e marginoso. Prima edizione della traduzione del Nardi, in esilio a Venezia poiché avverso ai Medici. Precede la lettera dedicatoria dello stesso Nardi al marchese del Vasto don Alfonso d'Avalos. Bibliografia: Camerini; 434: "Edizione originale della celebre traduzione del Nardi citata dalla Crusca e più volte ristampata". Manca ad Adams. Seller Inventory # 001790

More information about this seller | Contact this seller 4.

About this Item: Appresso i Giunti, Venetia, 1575. In 4ø, pagg. (4), 537 con numerosi capilettera xilografici, marca tipografica al frontespizio incisa in xilografia e vignetta allegorica incisa al verso dell'ultima pagina dell'opera. Legatura posteriore in mezza pergamena con ricchi fregi e titoli oro su tassello rosso. Rara ristampa, dopo la prima del 1540, di questo celebre volgarizzamento a cura di Iacopo Nardi (1473-1563) della monumentale storia romana di Tito Livio, di cui ci sono pervenute solo alcune parti, ovvero la prima decade, la terza, la quarta e meta della quinta.Dedica a Paolo Sergio Pola all'inizio dell'opera. Secondo il Gamba questa è la stampa più compiuta delle deche di Tito Livio, che contiene il supplemento della seconda Deca (da pag. 160 a pag. 208) fatta da Francesco Turchi e mancante in Tito Livio. Manca l'ultima carta bianca. Alcuni restauri marginali alle prime carte, qualche foro di tarlo che non intacca il testo, sporadiche bruniture nel complesso fresco esemplare, carta forte ed ampi margini. Una gora al margine inferiore dell'ultima parte del volume. Edizione non comune. Gamba 1480. Jacopo. NARDI, Nacque a Firenze, il 20 luglio 1476, in una famiglia i cui membri in passato avevano ricoperto non di rado cariche pubbliche. Non si sa molto dei suoi primi 25 anni di vita e tutto quello che si può dire relativamente alla sua educazione, forse maturata nell ambito dello Studio fiorentino, è che dovette essere improntata a una forte religiosità e caratterizzata da una cultura umanistica. Il pensiero successivo di Nardi testimonia la sua adesione alla predicazione e alla dottrina savonaroliane, tuttavia, a eccezione di qualche raro riferimento autobiografico, non siamo in grado di documentare la sua partecipazione attiva alle vicende legate al frate domenicano, che si conclusero con il rogo del 1498. Del breve periodo repubblicano iniziato nel 1527 con l espulsione dei Medici da Firenze e durato fino al 1530, quando, con l ausilio delle armi imperiali, papa Clemente VII de Medici riprese il controllo della città a beneficio della propria famiglia, Nardi fu uno dei protagonisti, ricoprendo l incarico di cancelliere delle Tratte. A seguito della restaurazione medicea, contro l inevitabile ritorsione a nulla valsero le parole di raccomandazione spese in suo favore dall amico Girolamo Benivieni: il 2 dicembre 1530 fu condannato a un esilio triennale a Petigliolo, a poche miglia da Firenze, in una residenza di sua proprietà. Nel novembre 1533, al termine del bando, la pena fu inasprita e gli venne imposto un trasferimento a Livorno che mirava, per lui come per molti altri, a indebolire il legame con Firenze e con i suoi cittadini. La definitiva introduzione di un principato ereditario, con cui culminò la serie di riforme introdotte dai Medici tolsero a Nardi le speranze di rientrare in patria. Prese dunque una decisione che avrebbe segnato per sempre la sua vita: nel dicembre 1533 ruppe il confino e si trasferì a Venezia, all epoca culla degli esuli fiorentini antimedicei. L inevitabile conseguenza di quella scelta non tardò ad arrivare: nel luglio 1534 fu dichiarato ribelle e fu decretata la confisca dei suoi beni. Molto ben accolto a Venezia, in breve tempo divenne uno dei protagonisti del folto gruppo dei fuoriusciti repubblicani fiorentini. La situazione economica in cui versava non era florida così si dedicò a lavori di traduzione dal latino al volgare che gli consentirono di guadagnare qualcosa . Al contempo fu anche tra i principali protagonisti a livello sia politico sia letterario delle molte trame che miravano alla riconquista di Firenze e che ripresero vigore dopo la scomparsa dell odiato papa Clemente VII e la successiva elezione di Paolo III Farnese. Nel gennaio 1537 l improvviso assassinio del duca Alessandro per mano di Lorenzino de Medici aprì nuovi spiragli per la causa repubblicana e lo stesso Nardi si fece coinvolgere nel gaudio generalizzato scaturito dalla scomparsa del tiranno . In conseguenza di quell inaspettato accadimento, Nardi che pure si definiva «vecchio, debole e senza un soldo» (Pieralli, 1901, p. 169) tornò a Venezia, dove si trovavano gli altri esuli repubblicani fiorentini, incluso Filippo Strozzi, il loro esponente più rappresentativo. Tuttavia, dopo sette mesi di progetti e speranze, la sconfitta dell esercito dei fuoriusciti a Montemurlo contro le truppe del nuovo duca Cosimo I de Medici e la conseguente incarcerazione di Strozzi misero nuovamente fine al sogno della restaurazione repubblicana a Firenze. Nardi, che ancora una volta aveva preso parte in prima persona allo svolgersi degli eventi riversandovi tutto il suo entusiasmo, dovette subire l ennesima cocente delusione e decise di ritirarsi a vita privata. Da quel momento in poi visse quasi sempre a Venezia, dove continuò a essere uno degli membri più rappresentativi della folta comunità fiorentina. Ormai anziano, stanco e disilluso, si riavvicinò al duca Cosimo (dal quale a partire dal 1543 ricevette anche un sussidio di cinque ducati al mese) e ripiegò sull attività letteraria ed epistolare. Per cominciare, lavorò alla traduzione delle Deche di Tito Livio, che pubblic per i Giunti a Venezia nel 1540 con dedica ad Alfonso d'Avalos. Seller Inventory # 23499

More information about this seller | Contact this seller 5.

Titus Livius.

Published by Venice, Giunta, 1575. (1575)

Used

Quantity available: 1

From: Antiquariat INLIBRIS Gilhofer Nfg. GmbH (Vienna, A, Austria)

Seller Rating: 5-star rating

Add to Basket
US$ 3,073.93
Convert currency
Shipping: US$ 35.81
From Austria to U.S.A.
Destination, rates & speeds

About this Item: Venice, Giunta, 1575., 1575. Folio. (4), 18, 537 (but: 523) ff. Woodcut printer s device on t. p. and last f. verso and several woodcut initials and tailpieces. 18th-c. vellum with gold-stamped label to spine. Second Giunta edition, "la più pregevole di tutte" (Paitoni). Transl. by Jacopo Nardi (b. 1476), the "Supplimento della II. deca" by Francesco Turchi, both of which are praised by Brunet. No historical work was held in higher esteem during the Renaissance; the present edition remained the most complete Italian translation for decades. - Worming to spine. Binding loosened at the beginning and end, otherwise a very nice copy. Edit 16, CNC 34172. Gamba 1480. Poggiali II, 303: "Edizione stimatissima". Haym 19/1. Paitoni II, 213: "La più pregevole di tutte". Cf. Brunet III, 1112. Cf. BM-STC Italian 390. Seller Inventory # 1670

More information about this seller | Contact this seller 6.

Published by IN VENETIA (1540)

Used
Hardcover

Quantity available: 1

From: EL TRAMVIA DE MATARO SL (MATARO, BCN, Spain)

Seller Rating: 4-star rating

Add to Basket
US$ 3,614.95
Convert currency
Shipping: US$ 29.84
From Spain to U.S.A.
Destination, rates & speeds

About this Item: IN VENETIA, 1540. Encuadernación de tapa dura. Condition: Aceptable. 1540. Venetia. 31 x 22,5 cms. 487 págs. Esta obra fue comprada por la libreria Lux de Barcelona durante el año 1928 y al estar algo dañada la encuadernación fue reforzada con papel de aguas a la española y plastificada. El texto está en muy buen estado, íntegramente a pesar de los años. Aunqué hemos señalado que la lengua era la Italiana, la obra cita que es la lengua Toscana. La obra está formada por 15 libros con titulo cada uno de ellos; siendo la famosa historia de Roma de Tito Livio Padovano traducido del latín a la lengua Toscana. Seller Inventory # JB0816

More information about this seller | Contact this seller 7.

Results (1 - 7) of 7